FONDAZIONE JONATHAN COLLECTION, UN MUSEO CHE VOLA DAVVERO





Immerso nelle colline trevigiane c'è un museo fatto di storia.
Questa volta non si studia sui libri, ma all'aria aperta.
Siamo in una terra che è stata teatro di sanguinose battaglie durante la Prima Guerra mondiale, e proprio qui nasce una fondazione che ha lo scopo di commemorare alcuni dei combattenti, dei signori eleganti con le ali e una carlinga...

Gli aerei storici sono i protagonisti di un luogo in cui il tempo sembra essersi perso e passato e presente si fondono in un unico momento.
Un hangar della prima guerra mondiale ospita riproduzioni di aerei famosi che Giancarlo Zanardo, pilota per passione, classe 1939, ha costruito con le proprie mani, in riproduzioni perfette di aerei per la propria collezione esposta alla Fondazione Jonathan Collection. Tra i molti c'è anche il Flyer progettato dai fratelli Wright, il primo aereo che si sollevò da terra nel 1903.



Ora, capite che quando ho messo piede dentro quell'hangar mi sembrava di essere nel film di animazione Planes? 
Perdonatemi, ma con un bambino a casa innamorato di tutto quello che ha due ali per volare mi viene semplice la trasposizione animata.
Comunque è veramente un luogo magico per chi ama volare e per chi è appassionato di aerei storici.
Dietro a tutto questo c'è una persona che ha volato sopra molti cieli e ha voluto donare a tutti noi un pezzetto di quella passione che gli ha fatto passare molte ore all'interno di carlinghe di legno e sedili scomodi. Cuffie, giubbotti di pelle e occhiali erano l'abbigliamento del pilota mentre il vento faceva galleggiare queste strane macchine volanti. Volare per me è magia, anche se so che si tratta di qualcosa di più profondo che ha a che fare con l'ingegneria...
A me piace sognare e alla fondazione si può sognare in grande, anzi, lì i sogni possono diventare realtà.
Infatti è possibile volare con piloti esperti sopra le colline. E' un'esperienza emozionante, raccontata da chi su quegli aerei ci è salito con il cuore in gola dalla felicità (io avrei avuto un po' di paura, ma anche la paura fa parte delle emozioni). 





La pista in erba lunga più di un chilometro fa rullare splendidi velivoli, dei quali, lo ammetto, ne ho riconosciuti molto pochi. Ma i musei sono nati per questo, no? Per far conoscere e divertire, per farci entrare in un mondo che altrimenti sarebbe sconosciuto.
Il mondo della Fondazione Jonathan Collection è adatto a grandi e bambini (assolutamente sì) che si possono immaginare piloti alla scoperta del mondo.
E poi chi non vorrebbe fare un pic nic in un posto del genere? A disposizione dei visitatori c'è un'area dedicata per passare una giornata tra aerei che sembrano usciti da un film, tanto verde e tante storie da ascoltare che lasciano a bocca aperta!


Informazioni

La Fondazione Jonathan Collection si trova a Nervesa della Battaglia, in provincia di Treviso. La cosa simpatica è che puoi arrivarci in auto oppure in aereo e nel sito sono indicate tutte le coordinate per l'atterraggio in pista: mi raccomando non prendete l'Airbus 380 però.
Per la visita al museo è richiesto un contributo di 5 euro.
Per tutte le altre informazioni consultate il sito jonathanaereistorici.it






Non assomiglia a Planes?



Nessun commento

Ti piace viaggiare? Lascia un commento e mi farai felice!

Powered by Blogger.