CONEGLIANO TRA STORIA E... BUON VINO






Da buona e brava veneta quale sono non mi faccio mai mancare un buon bicchiere di vino.
Suvvia, abbiamo una reputazione non da poco in fatto di essere dei grandi bevitori, e non mi tiro indietro se mi chiedono di partecipare a feste in cui il protagonista assoluto è proprio lui: il Vino.
A fine settembre a Conegliano, in provincia di Treviso si è tenuta, come ogni anno, la festa dell'uva, a conclusione della vendemmia con i suoi dolci frutti trasformati in nettare divino.
Una gita fuori porta per me, poiché Padova dista circa un'oretta di strada da Conegliano. Le prealpi trevigiane sono una continua scoperta e se alla loro bellezza si abbina dell'ottimo vino e una tavola di prelibatezze, beh il gioco è fatto.

La città ha origini medioevali, delle quali ci sono ancora evidenti tracce nelle vie e sopra la collina che la sovrasta. La storia non manca in questo paese felice di raccontarla e di farla vedere ai suoi visitatori.
Vi dico la verità...io a Conegliano non c'ero mai stata, ma come mi sono ripromessa in questo nuovo anno, la ricerca di meraviglie dietro casa sta dando i suoi frutti.



Scuola Enologica e Museo Manzoni
La prima scuola enologica nata in Europa è proprio questa di Conegliano, non a caso tra le colline che producono vini amati in tutto il mondo. E' una scuola dove studiare e apprendere manualmente grazie ai molti laboratori e attrezzi presenti e al territorio utilizzato per esperimenti di coltivazione della vite. Molte sono le specializzazioni in atto che contano circa 1200 studenti. All'interno dell'istituto c'è anche il campus dell'università di Padova per la laurea triennale in scienze e tecnologie vitivinicole ed enologiche. 
Sempre all'interno si può visitare il Museo Manzoni dedicato al professore della scuola, che invita il visitatore a scoprire i materiali, tutti gli scritti e gli strumenti che si usavano per approfondire le tecniche scientifiche all'interno della scuola.

 

Castello di Conegliano e Museo Civico
Per la sua posizione strategica, nel Medioevo, fu costruito sopra il colle Giano un Castello. Da lì sopra si dominava la città e i dintorni. Dalla città bassa ci si può arrivare in macchina, ma io vi consiglio vivamente di percorrere la strada acciottolata a piedi guardando di tanto in tanto la cittadina che si fa man mano più piccola. Si fa un passo indietro nel tempo, quando dame indaffarate e cavalieri armati percorrevano le viuzze. Poi ad un tratto, a riposo da fiato corto, ecco il castello con la sua torre e le guglie ghibelline, anche se la guelfa Conegliano ghibellina non era.
Di visitabile è rimasta solo la torre che è sede del museo civico. Ogni piano ha un'esposizione differente, da opere pittoriche di grande rilievo a reperti romani trovati nelle zone circostanti. In cima poi godetevi il panorama sulla città. Quando ci sono stata la pioggia era battente, ma la vista era di grande fascino.



Pranzare al ristorante Castello
Dopo tutte queste salite di sicuro la fame si fa sentire e proprio vicino alla torre del museo si trova il ristorante Castello, dove provare una cucina semplice data dalla tradizione e dai prodotti che il territorio sa dare: radicchio, prosecco, funghi e formaggio...per concludere infine con un superbo Tiramisù nella sua terra natia.


A pancia piena si può scendere e trascorrere un po' di tempo tra le viuzze della cittadina, sorseggiando un fresco prosecco e ammirando Piazza Cima e tutto il centro storico.
In primavera e in estate potete proseguire la giornata o il vostro fine settimana gironzolando per le colline del prosecco alla scoperta di piccoli paesini e di cantine dove degustare il buon vino frizzante.





Informazioni Utili

Per informazioni e calendario eventi consultate il sito del Comune di Conegliano 
e del Museo Civico .

Per prenotare il ristorante andate sul sito Ristorante al Castello.

Per avere informazioni sulla scuola enologica e per le visite al Museo Manzoni andate nel sito Issis Cerletti Conegliano


[Nella foto di copertina Valentina di Diarioinviaggio]





1 commento:

  1. Ciao, sembra un posto bellissimo, ma quanti giorni ci vogliono per visitarlo?

    RispondiElimina

Ti piace viaggiare? Lascia un commento e mi farai felice!

Powered by Blogger.